Come Effettuare la Sverniciatura

In questa guida mi occuperò di un’operazione molto utile per chi effettua il fai da te, vale a dire la sverniciatura. Infatti devi sapere che la vernice può essere rimossa utilizzando dei metodi molto differenti tra loro. Te li illustrerò in questa guida.

Sicuramente il modo più semplice è quello di usare un cannello a gas butano dotato di spargifiamma, ed un raschietto. In ogni caso, ti consiglio di non ricorrere al metodo del calore per effettuare la sverniciatura, in prossimità di finestre perché il vetro potrebbe rompersi. I raschietti sono disponibili in diversi tipi, uno con una lama a doppio taglio con una dentellatura su un bordo, e serve per tagliare lo strato di vernice, e il raschietto ad uncino per rimuovere la vernice negli interstizi.

Per potere sverniciare utilizzando questo metodo, dovrai semplicemente passare la fiamma su tutte le superfici, facendo attenzione a non bruciacchiare il legno. Mi raccomando dovrai tenere il raschietto obliquo, in modo che la vernice bollente non ti cada in mano. Per fare questa operazione dovrai cominciare dal basso e raschiare una piccola zona per volta.

Gli sverniciatori chimici invece, sono prodotti in forma liquida e in sostanza gelatinosa. Questo tipo è più facile da usare. In questo caso dovrai indossare dei guanti ed applicare lo sverniciatore con un pennello già usato. Per dettagli è possibile vedere questa guida sulla sverniciatura su Guidefaidate.com. Per le superfici difficili da trattare sarà necessario stendere più mani. Questi sverniciatori emanano vapori infiammabili, quindi dovrai assicurati un’adeguata ventilazione della camera, mi raccomando non usarli vicino ad una fiamma non protetta. Dopo aver usato uno sverniciatore chimico, dovrai ripulire la superficie con un solvente.

Come Effettuare la Propaggine

Questa interessante tecnica è conosciuta anche come propaggine cinese o margotta. Si tratta di riprodurre per propaggine una pianta senza dovere piegare un rametto al livello del suolo o trovare lo spazio per far radicare la nuova pianta. È utile per piante come l’acero giapponese le cui talee hanno difficoltà a radicare. Effettuate la propaggine aerea in primavera sui getti dell’anno precedente, o a fine

Potate le foglie e getti laterali per una lunghezza di 15-30 cm sotto la cima del ramo da margottare. Cercinate il rametto per aiutare il nutrimento e gli ormoni della crescita ad addensarsi in questa parte del ramo e favorire la formazione di radici. Trattate il ramo o le superfici tagliate con ormoni radicanti in polvere.
Mettete in acqua del muschio per una notte perché diventi completamente bagnato. Modellate una palla di circa 6 cm con due grosse manciate di muschio. Dividete la palla a metà, usando i pollici come per dividere un’arancia. Mettete le due metà intorno alla parte cercinata del fusto e stringete di nuovo il muschio in modo da riformare e fissare la palla.

Fermate il muschio con un foglio di plastica nera fissato da nastro adesivo isolante alle estremità. La plastica trattiene l’umidità, mantiene caldo l’ambiente ed esclude la luce.
Potate la nuova crescita sulla margotta verso la fine dell’inverno. In genere impiega almeno un’intera stagione di crescita per produrre radici adeguate: rimuovete la plastica e controllate.

Tagliate il ramo appena sotto l’involucro con un paio di cesoie una volta che la margotta ha prodotto un discreto apparato radicale. Togliete la plastica.
Allentate appena il muschio e le radici. Poi invasate in composto universale a base di terriccio e pressate delicatamente. Tenete il vaso in ambiente protetto finché non crescono altre radici e la nuova pianta non ha attecchito.

Come Effettuare la Manutenzione della Cucina a Gas

L’utilizzo quotidiano che ne facciamo, eventuali residui o fuoriuscita di liquidi durante la cottura dei nostri cibi, possono far sì che la cucina a gas non funzioni come dovrebbe, ed è per questo necessario, onde evitare problemi seri, effettuarne periodicamente la manutenzione. Vediamo come fare.

Prima di iniziare la pulizia della tua cucina a gas, togli i bruciatori dalle loro sedi, ed utilizzando uno stuzzicadenti provvedi a riaprire i fori occlusi. Una volta terminato, immergi tutti i bruciatori all’interno di una bacinella contenente una soluzione di acqua e solvente apposito. Fatto questo, procedi con la rimozione totale del piano superiore della cucina, allentandone le viti.

Utilizzando un aspirapolvere elimina tutti i residui di vario genere, e procedi lavando il piano cottura con un prodotto apposito.

Se hai notato un afflusso di gas al bruciatore del tutto insufficiente, anche alla massima portata, devi agire anche sul regolatore. Per questo togli la manopola con cui accendi e spegni il gas (a pressione o semplicemente con una vite, a seconda del modello della tua cucina).

Utilizza il cacciavite per andare ad agire sulla vite di regolazione, fino ad avere una buona fiamma sia al minimo che al massimo.

Se la fiamma è irregolare, svita l’ugello posto sopra l’erogatore, e vai a pulire con un ago da cucito il piccolo foro di passaggio del gas.

Ricomponi il tutto, ponendo anche i bruciatori al proprio posto, avendoli prima ben strofinati e puliti.

Per verificare che il tutto funzioni a dovere è sufficiente effettuare una prova pratica.

Come Effettuare la Raccolta di Semi in Casa

I semi si possono acquistare durante tutto l’anno. Ogni busta costa circa un euro secondo la quantità di semi che hanno e dell’esemplare. Tuttavia puoi ottenere i semi direttamente dalle tue piante, incluso dagli esemplari di campo. Seguite questi consigli.

Se avete già delle piante in casa, e desiderate coltivarne altre dello stesso tipo, piuttosto che acquistarle al vivaio, potrete tranquillamente procurarvi i semi direttamente da quella che possedete. Cercate di raccogliere i semi delle piante sane e vigorose con dei bei fiori, una volta che si sono seccati.

Risulta essere importante che, però, prima di effettuare la raccolta dei semi dalla vostra pianta, vi assicuriate che il periodo e la temperatura siano quelli giuste. Fate in modo di farlo, per l’appunto, in un giorno caldo e secco per raccogliere le capsule mature, ed evitare che in questo modo, che i semi si inumidiscano.

Una volta che le capsule o i gusci acquisiscono una tonalità marrone, toglieteli e selezionate i semi dal loro interno. E’ consigliabile collocare i semi puliti in buste di carta sigillate ed etichettate. Conservateli chiusi in contenitori di plastica in un luogo fresco (come il frigorifero), fino a quando non arriva il momento di seminarli.

Come Creare una Sovrapposizione Cromatica

Sovrapporre strati di colore su un semplice stencil a forma di fiore crea un leggero effetto sfumato con un senso di profondità. Il colore viene applicato a strati sottili e attentamente sovrapposti, in modo che il colore precedente resti visibile. Alcuni utensili possono servire per variare ulteriormente la sfumatura, come un rullo in spugna sintetica per le zone ampie e piccoli frammenti di spugna, che aggiungono varietà anche alla trama. La carteggiatura finale attenua leggermente il risultato.

Occorrente
Vernice a emulsione opaca blu chiaro per il fondo
Stencil in due parti per il girasole
Righello, matita, nastro adesivo di carta
Vernici a emulsione opache: panna, blu medio
Vernici acriliche: verde, giallo, ocra gialla, terra d’ombra bruciata
Secchi
Pennelli da verniciatore
Rullo in spugna sintetica
Spugna da decoratore
Carta vetrata fine per carteggiatura a umido e a secco
Vernice protettiva acrilica opaca

Applicare il fondo. Scegliere la posizione dello stencil e tracciare il riquadro che lo conterrà. Fissare lo stencil con il nastro adesivo di carta. Intingere un’estremità del rullo in spugna sintetica nel colore a emulsione opaco color panna ed eliminare la quantità in eccesso. Picchiettare il colore sullo stencil per definire l’immagine e creare una base leggera sulla quale aggiungere altri colori. Lasciare asciugare.

Mascherare lo stencil lungo le linee tracciate nel passo 1. Miscelare 1 parte di vernice a emulsione opaca blu medio e 2 parti di acqua. Stendere uno strato sottile di blu sull’area esterna allo stencil. Lasciare asciugare e rimuovere il nastro adesivo di carta. Usare un rullo pulito e la vernice acrilica gialla per lo stencil. Bisogna cercare di ottenere uno strato piuttosto compatto di colore, ma la trama della spugna sintetica rende visibile il colore panna di fondo. Lasciare asciugare.

Usare la stessa tecnica per la vernice acrilica verde sugli steli. Usare piccoli frammenti di spugna per picchiettare i bordi e creare zone di luce e ombra. Usare il giallo ocra e una miscela di giallo ocra e terra d’ombra bruciata per i fiori e una miscela di verde e terra d’ombra bruciata sugli steli. Lasciare asciugare. Carteggiare delicatamente con la carta vetrata fine per carteggiatura a umido e a secco e proteggere con la vernice protettiva acrilica opaca.