Come Coltivare le Patate

La patata è una pianta erbacea annuale coltivata in sud America dal 300, in Europa è diffusa da circa duecento anni. Noi la conosciamo molto bene ed è alla base della stragrande maggioranza delle nostre ricette.

Fate un solco sulla terra e interrate piccoli tuberi, o anche solo alcuni pezzi di essi, che siano provvisti di gemme. La distanza tra i vari tuberi dovrà essere di almeno trenta centimetri. Per la riproduzione non si ricorre al seme perchè produce un tubero molto piccolo. Dal momento della semina al momento della raccolta passano circa tre mesi. Relativamente all’operazione è possibile vedere questa guida sulla semina delle patate.

Dovrete effettuare la semina nel mese di dicembre nelle zone più calde del sud, ad aprile nel nord, in terreni ben concimati e lavorati. Quando le piante avranno raggiunto i dieci o quindici centimetri, concimate ancora con composto oppure letame ben maturo e rincalzate. I tuberi crescono raccolti in gruppi di forma e di numero diversi a seconda della varietà.

Se volete, potete prendere un vecchio bidone, riempitelo di terra per un sesto della sua capienza, quindi, ponete su di esso due o tre pezzi di patata con evidenti occhi di germogli. Quando le piante sono cresciute, ricoprite con un altro strato di terra. Continuate a porre altra terra man mano che le piante compaiono in superficie. Quando avrete raggiunto il margine superiore del bidone, potrete tranquillamente rovesciare il bidone e sorprendersi dell’abbondante raccolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *