Come Creare Foglie e Ritagli a Spruzzo

Questa decorazione è stata creata nebulizzando il colore su una composizione di foglie secche di varie dimensioni e ritagli di stencil. Il motivo decorativo è informale e irregolare. Le delicate sfumature e le sovrapposizioni cromatiche uniche si formano quando gli elementi decorativi vengono spostati e nuovamente nebulizzati di colore; con questo metodo si può ottenere un’ampia gamma di effetti pittorici.

Occorrente
Vernice a emulsione opaca panna per il fondo
Taglierino
Ritagli di stencil
Foglie secche
Maschera e guanti protettivi
Fissativo spray
Vernici acriliche spray: rame, bronzo
Carta

Conservare i ritagli di vecchi stencil per avere a disposizione forme interessanti da usare come mascherina per il colore spray. Applicare il fondo. Far seccare alcune foglie disponendole tra fogli di carta bianca posti sotto un peso, ad esempio una pila di libri. Disporre le foglie sulla superficie da decorare.

Una volta soddisfatti del disegno, trasferire tutti gli elementi, con il retro rivolto verso l’alto, nella stessa identica posizione su un foglio di carta. Indossando la maschera e i guanti protettivi e lavorando in un luogo ben aerato, nebulizzare sull’intera superficie un sottile strato di fissativo spray. Capovolgere gli elementi decorativi e posizionarli sulla superficie. Esercitare una forte pressione affinché aderiscano perfettamente.

Nebulizzare sulla superficie un leggero strato di colore acrilico spray, seguendo le istruzioni del produttore. Dopo 10 minuti circa, sollevare un paio di elementi e controllare se il colore spray è sufficientemente intenso. Ripetere l’operazione per intensificare il colore, se necessario. Lasciare asciugare.Rimuovere alcuni o tutti i motivi decorativi sollevandone un angolo con il taglierino. Riposizionarli in modo che si sovrappongano parzialmente ai precedenti. Nebulizzare con il colore acrilico spray bronzo. Ripetere questo passo fino a ottenere l’effetto desiderato.

Come Creare Bande di Carta da Rivestimento

Questo progetto dimostra la flessibilità della comune carta da rivestimento, qui usata in un modo alternativo e vistoso. Le strisce di carta da rivestimento vengono colorate e poi incollate come la carta da parati. Tagliare la carta a strisce di varie dimensioni consente le massima flessibilità decorativa, permettendo di riorganizzare a piacere le combinazioni di colore e la disposizione del disegno.

Occorrente
Vernice a emulsione opaca panna per il fondo
Metro a nastro, righello, matita, forbici
Carta da rivestimento spessa
Vernice ad acqua metallizzata oro
Vernici acriliche: rosso, terra d’ombra bruciata
Secchi
Pennelli da decoratore
Spugna da decoratore
Colla da tappezzerie
Colla vinilica

Applicare il fondo. Tracciare una linea orizzontale dove si desidera cominciare con le bande di carta da rivestimento, poi tracciare alcune altre linee come guida per le fasi successive del lavoro. Misurare e disegnare strisce di carta da rivestimento di lunghezza approssimativa e di larghezza variabile. Abbondare nelle misurazioni in caso di errore. Ritagliare le strisce.

Con il pennello colorare alcune strisce con la vernice ad acqua metallizzata oro e le vernici acriliche rosso e terra d’ombra bruciata. Lasciare asciugare. Diluire i colori rosso e terra d’ombra bruciata ciascuno in uguali parti di acqua. Con una spugna umida applicare uno strato sottile di questi colori diluiti sulle rimanenti strisce di carta da rivestimento. Questi colori sono più tenui, per cui è necessario applicarne più strati. Lasciare asciugare.

Su un altro piano di appoggio, variare la posizione delle strisce fino a ottenere la disposizione e la combinazione cromatica desiderate. Sovrapporre le bande e fare in modo che di tanto in tanto restino visibili strisce del colore di fondo. Incollare le bande, cominciando dalla prima linea tracciata al passo 1. Usare la colla da tappezziere per le strisce più larghe e la colla vinilica per quelle più strette. A mano a mano che si posizionano le strisce, passarle con una spugna umida per far aderire bene la carta e pulire eventuali tracce di colla.

Come Mantenere i Termosifoni Efficienti

Se non pulite perfettamente e regolarmente i termosifoni, rischiate di fargli accumulare all’interno così tanta polvere da ostacolare il loro corretto e regolare funzionamento.

Proprio per questo, periodicamente (ovvero, almeno per una volta al mese), dovreste dedicare un pò di tempo per la cura e la pulizia dei termosifoni nel modo descritto di seguito.

Per la parte esterna dei termosifoni, basta semplicemente una normale spolverata con una bagnasciuga perfettamente strizzata e lasciata umida (non bagnata). Passatela su tutta la superficie.

Per quanto riguarda l’interno, esso è un pò più complicato: se pulite i termosifoni regolarmente, non c’è il rischio che si depositi una ingente quantità di polvere che causi il soffocamento del calore in uscita.
Per questo, se passate lo spolverino regolarmente all’interno del termosifone (un lavoro un pò fastidioso ma necessario), la polvere non avrà il tempo di accumularsi e il lavoro sarà frequente ma più semplice.

Se invece, la pigrizia vi guida a scansare questo lavoro per tanto tempo, ecco che al momento del “bisogno” avrete un verop e proprio lavoraccio da compiere, visto che lo spolverno non basta più.
In questo caso, infatti, dovrete adoperare una spugna non troppo aggressiva ma neanche tanto morbida e lavorare di “gomito”, sforzandovi di togliere lo strato di polvere che nel frattempo è divenuto quesi di “terra”

Se poi, il termosifone che dovete pulire si trova in cucina, allora il lavoro sarà davvero lungo, considerato che in cucina il deposito di grassi avrà certamente peggiorato la situazione.
In questo caso, dovrete addirittura fare uso di sgrassatori, ma attenzione alla scelta del prodotto, poichè, accendendo i termosifoni potrebbe espandersi nell’aria l’odore tossico del detersivo.
In questo caso, “operate” quando i termosifoni stanno spenti, ed evitte di accenderli per almeno due o tre giorni. Evitate di fare uso di acqua, o comunque, asciugate immediatamente il termosifone quando avete finito.

Inoltre, ricordate che, per mantenere la pressione regolare, superata la stagione del caldo, la prima volta che accendete i termosifoni, dovrete ricordare di “sfiatare” tutti i termosifoni. La procedura è spiegata nel dettaglio in questa guida sui termosifoni rumorosi su Riparare.net.
Per fare questo, basterà semplicemente un secchio che raccolga l’acqua. Posizionate il secchio sotto la manopola del termosifone e svitatela leggermente fino a fare uscire tutta l’aria.
Vi accorgerete che sarà sufficiente la sfiatata quando comincerà ad uscire l’acqua. A quel punto, raccogliete l’acqua e fate la stessa operazione in tutti i termosifoni della casa.

Come Creare Mestoli Animati

Un pomeriggio noioso può trasformarsi in un momento magico: basta andare in cucina e trasformare, in poche mosse e con molta inventiva e creatività, dei semplici mestoli e cucchiai di legno, in personaggi animati, di fantasia o del tutto somiglianti a persone che conosciamo. Ecco come fare.

Occorrente
Mestolo o cucchiaio di legno
Colla
Forbici
Cartoncino
Pezzetti di stoffa
Pennelli

Inizia col colorare, con colori acrilici, la parte alta e bombata del mestolo di legno, stendendo il colore anche sulla parte del manico: quindi prova a disegnare la faccia, ma per non sbagliare o creare correzioni, disegnala prima su un foglio di carta ed esercitati a trovare l’espressione che più si addice al personaggio che stai creando.

Fatto ciò, dedicati ai primi dettagli: disegna bocca, naso ed occhi, oppure, se non ti senti così bravo/a, incollagli questi particolari. Ora traccia con un compasso un semicerchio avente circa 15 cm di lato: preparato il modello in carta, seguendo la sagoma, taglia un semicerchio in un cartoncino e poi un altro, che deve essere uguale, nella stoffa.

Adesso forma un cono con il semicerchio in cartoncino, avvolgendolo su se stesso ed incolla i bordi che possono essere rinforzati anche con l’uso della cucitrice: inserisci quindi il cono in tessuto all’interno di quello in cartoncino ed incollali insieme, l’uno sull’altro, ad un cm dal bordo. Ora solleva il cono di stoffa ed inserisci il mestolo facendolo passare dal basso attraverso il foro del cartoncino. Incolla o cuci il bordo superiore del tessuto direttamente sul mestolo ed infine aggiungi qualche particolare a tua scelta.

Come Creare Maschere con i Giornali Vecchi

Con questa guida proverò a spiegarti come creare delle maschere con la cartapesta. Per gli amanti del genere questa guida sarà proprio un toccasana, ma non solo, visto che anche un principiante con impegno potrai creare la sua maschera, magari da utilizzare a feste in maschera, venderle o esporle semplicemente a casa.

Occorrente
Vecchi giornali
Colori a tempera
Creta
Tela cerata
Gommalacca
Farina
Acqua

Stendi della tela cerata sul tavolo che userai per il lavoro e metti sopra un pezzo di creta piuttosto grosso. A questo punto devi modellarla, dandole una forma ovoidale, larga quanto il tuo viso. Adesso aggiungi un naso, un mento, orecchie e labbra fatte di creta e scava con le dita l’incavo degli occhi. Fa ora una pastella con farina e acqua, ma usa poca farina, poichè devi ottenere una pastella della densità di un gelato quasi sciolto.

Taglia ora i giornali a strisce, ciascuna delle dimensioni di una riga da disegno ed immergine alcune in acqua semplice. Mettile ora sul viso di creta in un senso e nell’altro, aggiungendone sempre delle altre fino a quando la faccia non ne è interamente coperta. Ora prendi altre strisce di carta, immergile nella pastella fatta con acqua e farina e mettile sullo strato precedente. Quando avrai coperto la carta bagnata con uno strato di strisce imbevute nella pastella, ripeti ancora l’operazione fino ad ottenere sei o più strati di carta.

A questo punto lasciala asciugare per bene, per circa un giorno e una notte. Quando la carta è completamente asciutta togli la creta. Dipingi la maschera così ottenuta con colori a tempera, proteggendola con gommalacca. Inoltre se ti procuri un sacchetto di carta potrai fare un altro tipo di maschera. Quindi, prendine uno di media grandezza, riempilo di vecchi giornali e poi chiudi l’apertura con nastro adesivo in modo che il ripieno non esca fuori.