Coltivare l’Ardisia

L’ardisia crispa, è una pianta dalle bacche di un rosso molto deciso. Il contrasto con il verde delle foglie, la rendono adatta e perfetta a rappresentare le festività natalizie. E’ anche molto semplice da mantenere. Nella guida di seguito qualche consiglio per piantarla e curarla.

La riproduzione dell’ardisia per mezzo del seme, è possibile, ma richiede decisamente molto più tempo e anche delle cure adeguate. Risulta essere più facile, propagarla con la talea: prelevate nel periodo di maggio fino ad agosto, le talee semilegnose dai germogli laterali, insieme ad una porzione di corteccia.

Spolverate quindi, la superficie di taglio con ormoni rizogeni e riponetele in un miscuglio di sabbia e di torba da mantenere umido a una temperatura di circa 24 gradi. le talee radicheranno dopo due mesi. A partire da giugno, inizierà a produrre fiori stellati di colore bianco – crema, rosa o in alcune forme, rossi o violacei.

Per mantenere le bacche in una pianta sana fino alla successiva fioritura, provate a mantenere la pianta in locali luminosi, caldi e ad una umidità adeguata. Esse in queste condizioni possono mantenersi molto a lungo. In questi casi, fiori e bacche si presenteranno sullo stesso esemplare, rendendolo ancora più decorativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *