Come Effettuare la Spugnatura

Il termine spugnatura, indica un’operazione di rifinitura che viene effettuata a complemento di una verniciatura di sottofondo. Quindi si utilizzano vernici di uguali caratteristiche tecniche, e colori secondo i propri gusti personali, magari contrastanti l’uno con l’altro oppure scalature del solito colore. Segui la guida.

Iniziate con il verniciare il vostro oggetto, tipo sedie, tavoli da giardino, porte delle camerette di bambini o l’interno porta di un bagno dagli accessori non ultramoderni, secondo il vostro gusto, in modo da dare uno sfondo unica tinta e ben uniforme. Potete usare per questa mano di colore, anche una bomboletta spray.

Attendete adesso che il colore asciughi secondo le indicazioni presenti sulla confezione riguardante i tempi di essiccazione. Prendete quindi i barattoli di colore che preferite, per esempio il celeste di diverse gradazioni. Con un buon pennello, stabilite il limite da pitturare e segnatelo anche con l’uso di una riga idonea.

Prendete la spugna naturale di media grandezza e provvedete a distribuire a vostro piacimento il colore, orientando il movimento in modo da creare una mezza sfera, partendo da sinistra verso destra. Create tante mezze sfere, utilizzando ad esempio le diverse gradazioni del celeste. Vi raccomando, ogni colore, una spugna nuova.

Come Eseguire ai Ferri il Punto Ape Gigante

Questo punto è una bella variazione del punto a nido d’ape. La realizzazione è abbastanza semplice, ma dovete stare attente a non farvi scappare neanche un punto perchè altrimenti dovrete ricominciare dall’inizio. Procedete quindi con calma e precisione.

Iizia la lavorazione con un numero di maglie multiplo di 6 5. Il 1° ferro e tutti i ferri dispari li dovrai eseguire a diritto, ma tenendoli sul rovescio del lavoro. Il 2° ferro e tutti quelli pari, invece, li lavorerai a rovescio. Prendi ora un pezzettino di carta e segnati il procedimento del punto ape.

Il punto ape va eseguito entrando con il ferro nella prima maglia a sinistra, ma 5 ferri sotto, e devi poi lavorare 1 maglia diritta lasciando cadere dal ferro sinistro la maglia e smagliarla per la lunghezza di 5 ferri. Inizia ora il 6° ferro, facendo * 5 maglie rovesce e un’ape *. Ripeti da * a *.

8° e il 10 ° ferro li devi fare tutti al rovescio, mentre per il 12° ferro eseguirai 2 maglie rovesce e * 1 ape, 5 maglie rovesce *. Ripeti da * a *. Il 14 ° ferro è quello che conclude il motivo, e devi riprendere il procedimento a partire dal 2° ferro, ripetendolo per quanto basta a raggiungere la lunghezza del capo.

Come Eseguire ai Ferri il Punto a Lisca Interrotta Correttamente

Con questo punto potete realizzare anche delle insolite tovagliette rettangolari all’americana. Usa in questo caso cotone povero di un bel colore vivace. Per perfezionare il lavoro, borda ogni tovaglietta con una striscia di cotone a minuscoli quadretti o a pois.

Inizia avviando un numero di maglie divisibile per 16 2. Avvia il ferro 1 ripetendo 2 rovesci, 1 diritto, 1 rovescio, 4 diritti, 2 rovesci, 4 diritti, 1 rovescio e 1 diritto. Termina con 2 rovesci. Il ferro 2 eseguilo ripetendo 2 diritti, 1 rovescio, 2 diritti, 3 rovesci, 2 diritti, 3 rovesci, 2 diritti e 1 rovescio. Concludi con 2 punti a rovescio.

Passa ora al ferro 3, dove devi ripetere 2 rovesci e 2 diritti; concludi con 2 rovesci. Il ferro 4 è eseguito ripetendo 2 diritti e 3 rovesci e concluso con 2 diritti. Per il ferro 5 invece ripeterai 2 rovesci, 4 diritti, 1 rovescio, 1 diritto, 2 rovesci, 1 diritto e 1 rovescio, concludendo con 2 maglie a rovesce.

Il ferro 6 e il ferro 8 lo andrai ad eseguire invece ripetendo 2 diritti e 6 rovesci; termina i due ferri con 2 punti lavorati a diritto. Il ferro 7 lavoralo ripetendo 2 rovesci e 6 diritti; termina infine con 2 maglie a rovescio. Dopo questi ferri, dovrai ripetere tutta la loro successione, a seconda della lunghezza del capo desiderato.

Come Eseguire ai Ferri gli Aumenti per il Pollice di un Guanto

Quando realizzate ai ferri un paio di guanti, sia che siano a cinque dita che a uno solo, il pollice è una delle parti più critiche da fare, visto che necessita di una precisa misura e di essere aumentato durante il susseguirsi dei ferri. In questa guida vi spiego come procedere.

Avvia un numero di maglie corrispondenti alla misura del polso e lavora a coste per circa 5 cm. Prosegui a maglia rasata distribuendo le maglie sui 4 ferri. Dopo 2 o 3 giri circa, per formare il pollice, segnala la maglia in corrispondenza dell’inizio del giro con un filo di colore diverso. Da ambo i lati di questa maglia aumenta di 1 maglia per parte ogni 2 giri.

Gli aumenti andrai ad incolonnarli via via in modo da ottenere un tassello di tante maglie quanto bastano al pollice. Passa queste maglie su una spilla da balia e al loro posto avviane a nuovo circa la metà prima di riprendere di nuovo il lavoro in tondo per la mano. Nei giri seguenti, a lato delle maglie, avvia a nuovo, diminuisci 1 maglia per ogni giro finché rimarranno solo 2 maglie di quelle avviate a nuovo.

Continua il lavoro della mano. Raggiunta la lunghezza della mano meno 2 cm, inizia la diminuzione della punta. Dividi le maglie in 2 parti e diminuisci 1 maglia per parte alle 2 maglie sui fianchi. Riprendi le maglie del pollice comprese quelle sulla catenella di avviamento. Infine lavora in tondo riducendo a 2 le maglie riprese.

Come Effettuare la Sverniciatura

In questa guida mi occuperò di un’operazione molto utile per chi effettua il fai da te, vale a dire la sverniciatura. Infatti devi sapere che la vernice può essere rimossa utilizzando dei metodi molto differenti tra loro. Te li illustrerò in questa guida.

Sicuramente il modo più semplice è quello di usare un cannello a gas butano dotato di spargifiamma, ed un raschietto. In ogni caso, ti consiglio di non ricorrere al metodo del calore per effettuare la sverniciatura, in prossimità di finestre perché il vetro potrebbe rompersi. I raschietti sono disponibili in diversi tipi, uno con una lama a doppio taglio con una dentellatura su un bordo, e serve per tagliare lo strato di vernice, e il raschietto ad uncino per rimuovere la vernice negli interstizi.

Per potere sverniciare utilizzando questo metodo, dovrai semplicemente passare la fiamma su tutte le superfici, facendo attenzione a non bruciacchiare il legno. Mi raccomando dovrai tenere il raschietto obliquo, in modo che la vernice bollente non ti cada in mano. Per fare questa operazione dovrai cominciare dal basso e raschiare una piccola zona per volta.

Gli sverniciatori chimici invece, sono prodotti in forma liquida e in sostanza gelatinosa. Questo tipo è più facile da usare. In questo caso dovrai indossare dei guanti ed applicare lo sverniciatore con un pennello già usato. Per dettagli è possibile vedere questa guida sulla sverniciatura su Guidefaidate.com. Per le superfici difficili da trattare sarà necessario stendere più mani. Questi sverniciatori emanano vapori infiammabili, quindi dovrai assicurati un’adeguata ventilazione della camera, mi raccomando non usarli vicino ad una fiamma non protetta. Dopo aver usato uno sverniciatore chimico, dovrai ripulire la superficie con un solvente.